Ronaldo e Mourinho accusati di evasione fiscale

Una grande indagine, soprannominata “fughe del calcio” e basata sul volo di 18,6 milioni di documenti, accusa  il calciatore superstar Cristiano Ronaldo di nascondere 150 milioni di euro in paradisi fiscali.

Cristiano Ronaldo (Real Madrid) e José Mourinho, allenatore del Manchester United, sono entrambi accusati di evasione fiscale da dodici media europei in un’indagine doppiata “fughe di notizie calcio” e in base al volo di 18,6 milioni di documenti, sul modello di “Panama Papers”.

La pubblicazione fornita da Mediapart in Francia, è iniziata a dicmebre  e durata tre settimane. Il primo incriminato, Ronaldo, Mourinho e Monaco l’attaccante Radamel Falcao, sono tutti parte del portafoglio  del super-agente di calcio, il portoghese Jorge Mendes, anche sfidato e che contesta queste accuse.

Aveva visto arrivare, perché aveva pubblicato il Venerdì mattina, tramite la sua società Gestifute, una dichiarazione assicurando che Ronaldo e Mourinho rispettano “pienamente i loro obblighi fiscali nei confronti delle autorità spagnole e inglesi.” Gestifute si lamentava di essere stata interrogata in modo “insidioso” da un consorzio dei media.

Quest’ultimo, il “europee Investigative Collaborazioni” (EIC), accusa Ronaldo di essere il favorito per il prossimo Pallone d’Oro, di aver “nascosto € 150 milioni in paradisi fiscali off-shore attraverso accordi attraverso la Svizzera e le Isole Vergini britanniche”.

I documenti gestiti dall’EIC – si è saputo inizialmente dal settimanale tedesco Der Spiegel – avrebbero mostrato come CR7 “incassato, con discrezione, per un totale di 149,5 milioni di euro di reddito di sponsorizzazione nei paradisi fiscali gli ultimi sette anni “. “Su questa fortuna, l’attaccante ha pagato solo 5,6 milioni di euro di tasse ovvero solo il 4%, e senza essere perseguito”.

Ronaldo e Mourinho accusati di evasione fiscaleultima modifica: 2017-01-30T14:56:18+01:00da tatibe
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento